sabato 26 gennaio 2019

Recensione: Il bambino di Auschwitz di Suzy Zail - Newton Compton Edizioni


La storia è scritta da Suzy Zail, figlia di uno dei sopravvissuti all'olocausto.

Racconta l'incubo vissuto da Alexander Altmann, quando, appena adolescente, viene portato ad Auschwitz con la mamma e sua sorella minore, da lì in poi i carcerieri cercheranno di cancellare la sua identità, lo sottoporranno a continue umiliazioni, torture e soprusi di ogni genere, sarà solo il numero A10567.
Il ragazzino capisce da subito, che per sopravvivere alla violenza dei lager nazisti deve essere forte nonostante tutto, deve farsi una corazza, perciò cerca di rendersi invisibile alle guardie e si chiude a riccio evitando di farsi degli amici. Durante la prigionia assiste a talmente tanti orrori, che perde la Fede, non si spiega come sia possibile che Dio permetta che accada una cosa simile ai suoi figli.
La speranza di riuscire a migliorare la sua condizione, si presenta quando gli viene affidato il compito di addestrare il cavallo del comandante...

Il racconto è scritto in modo chiaro e scorrevole. Considero sia un'ottima lettura anche per i più giovani, la scrittrice racconta come si sono svolti realmente i fatti nei lager, senza essere cruda, regala forti emozioni.
Se vuoi leggere un'anteprima del libro: Il bambino di Auschwitz clicca qui.



martedì 25 dicembre 2018

Merry Christmas!

A Natale non farti travolgere dallo stress della corsa all'acquisto dei regali...
Il regalo più bello è il tempo che dedichiamo.

Buon Natale cari followers!

domenica 26 agosto 2018

Bosa: borgo d'Italia in Sardegna

Vi presento Bosa, bellissimo e caratteristico borgo della Sardegna, è stato premiato come secondo borgo più bello d'Italia dalla trasmissione Il Kilimangiaro su Rai3 nel 2014!
Il paese si è sviluppato sotto le mura del castello dei Malaspina, le facciate delle casette sono dipinte con allegri colori, in uno scatto panoramico, vedete una delle due cupole della cattedrale dedicata all'Immacolata.
Il borgo è attraversato dal fiume Temo, basa la sua economia sulla pesca, sull'artigianato (è rinomato il ricamo, in particolare il filet e la filigrana) e sul turismo, in tempi passati pure sulla conceria delle pelli, lungo il lato del fiume opposto al centro storico, ancora si trovano le costruzioni di quelle che erano le concerie.
Da non dimenticare un salto nei negozietti del centro per acquistare un souvenir e nelle osterie dei pittoreschi vicoli, per gustare l'ottima Malvasia!

domenica 8 luglio 2018

Bonanit! Goodnight!

Buonanotte, buonanotte! Separarsi è un sì dolce dolore, che dirò buonanotte finché non sarà mattino.
(Romeo e Giulietta - W. Shakespeare)

lunedì 2 luglio 2018

Thoughts... Il pensatore...

Often we create our problems, first they are small then, the more we think about it and the more they seem great but it's enough to talk about it with a friend, and as by magic they disappear by themselves like soap bubbles, you just try to touch them and they vanish...

(Cit. Claudia E. Mellino)

Spesso i problemi ce li creiamo noi, all'inizio sono piccoli e poi, più ci pensiamo più li ingigantiamo ma basta parlarne con un amico che come per magia scompaiono da soli, come le bolle di sapone svaniscono quando cerchiamo di toccarle...