venerdì 11 dicembre 2015

Quesito del giorno: a Natale è meglio il Pandoro o il Panettone? Quest'ultimo lo preferite tradizionale coi canditi o senza canditi con solo uvetta o addirittura farcito con creme?

Il primo ad essere stato creato tra i due è il Panettone, le sue origini sono quasi leggenda, fondamentalmente ha origini Milanesi, si crede che risalga all'epoca di Ludovico il Moro (Milano, 1452-1508). Il cuoco di corte, Toni, a Natale doveva preparare un magnifico pranzo cui erano stati invitati molti nobili della zona, il dolce però venne dimenticato nel forno e finì bruciato! Al ché un garzone offrì al cuoco il dolce che aveva preparato con ciò che era riuscito a trovare nella dispensa, era un bel dolce preparato con farina,  uova,  scorza di cedro e delle uvette, a fine pasto tutti vollero sapere il nome di quella prelibatezza da allora "IL PAN DEL TONI" è il nostro Panettone!
L'antagonista del Panettone è il Pandoro che è più soffice e burroso...
Il Pandoro ha origini veronesi,  la sua nascita risalirebbe al 1800 dal più antico Nadalin che era meno burroso e più compatto della sua evoluzione che prese il nome "Pan de Oro" dal tipico colore dorato della sua pasta dovuto alla presenza delle uova. In quell'epoca veniva servito a Natale sulle tavole dei ricchi veneziani.
Fu nel 1894 che Domenico Melegatti ne brevettò la tipica forma a stella a otto punte!
Il mio, anzi i miei preferiti sono: il Pandoro semplice per colazione e il Panettone farcito con crema al cioccolato dopo cena!